Tuesday, Jun 25th

Ultimo aggiornamento:02:38:00 PM GMT

Siete qui: NEWS

NEWS

Christmas Cup: vince la solidarietà

E-mail Stampa PDF

La formazione di serie D dello Sporting Grottammare ha vinto la prima edizione della Christmas Cup, quadrangolare di calcio a cinque con finalità benefiche svoltosi a Grottammare per l’organizzazione dell’Associazione Culturale Stampa Rossoblu, in collaborazione con lo Sporting Grottammare, l’Amministrazione Comunale di Grottammare, l’Istituto Superiore “Fazzini-Mercantini” e il comitato di quartiere Valtesino. Gli atleti di mister Marcantoni hanno sconfitto in finale la squadra delle Vecchie Glorie della Termoadriatica che nella semifinale aveva superato la squadra Amatori dello Sporting, mentre la serie D aveva battuto i giovani della Juniores. 

Siamo contenti di aver collaborato con questa iniziativa – ha dichiarato l’assessore Manolo Olivieri – e di poter sottolineare come spesso è nei momenti di festa che c’è bisogno di stare di più a chi ha bisogno”. Il ricavato della manifestazione, ottenuto dalle offerte delle squadre che si sono autotassate e da quelle del pubblico presente sugli spalti, è stato devoluto a una famiglia del quartiere Valtesino, attualmente in stato di difficoltà. Hanno collaborato alla realizzazione del quadrangolare anche il presidente dello Sporting Nicolino Giannetti e il presidente del comitato di quartiere Valtesino Fabrizio Bagalini. Un ringraziamento anche alla Dirigente Scolastica Rosanna Moretti che ha concesso la palestra dell’istituto da lei presieduto per lo svolgimento dell’evento.
 
Ecco le squadre che hanno partecipato. 
Serie D: Bellini, Mora, Mannocchi, Manfroni, Capocasa, Paoletti, Mazzara, Fatha, Rastelli. Vecchie Glorie Termoadriatica: Pomili, Polidori, Fazzini, Lanciotti, Carminucci, Sciamanna. Amatori: Papetti, Marcozzi, Badaloni, Luciani, Piergentili, Annibali, Santori, Serafini, Salvatori, Nocera. Juniores: Ruggeri, Capriotti, Bagalini, Polinesi, Attili, Lacchè, Bollettini, Tombolini, Piunti. 

Ha arbitrato le partite il popolare ex-calciatore grottammarese  Massimiliano Manni, mentre il premio per il capocannoniere del torneo è andato alla “vecchia gloria” Roberto Fazzini.


1° Christmas Cup: torneo a scopo benefico

E-mail Stampa PDF
Christmas Cup

L’ASD Sporting Grottammare e l’Associazione Stampa Rossoblù organizzano per sabato 20 Dicembre 2014, presso la palestra dell’Istituto Superiore “Fazzini-Mercantini“ in via Giuseppe Parini a Grottammare, un torneo di Calcio a 5 a scopo benefico denominato “Christmas Cup”. Il quadrangolare, che inizierà alle ore 14.30, si svolgerà su gare di 20 minuti a tempo e verrà allestita un’area ristoro per i partecipanti della quale potranno usufruire prima e dopo ogni gara. E’ previsto, inoltre, un trofeo per la prima classificata. L’intenzione degli organizzatori è far diventare questo un appuntamento fisso da ripetersi ogni anno.

L’intero ricavato della manifestazione verrà devoluto a persone in difficoltà economiche che l’Associazione Stampa Rossoblù deciderà e comunicherà nei prossimi giorni. L’evento verrà presentato durante una conferenza stampa alla quale interverranno i presidenti delle società, lo sponsor, il presidente dell’Associazione Stampa Rossoblù e i rappresentanti dell’Amministrazione Comunale.

Trofeo "I love Manuel", vince la solidarietà

E-mail Stampa PDF

Foto di gruppo al Trofeo I love Manuel
Il divertimento, ma soprattutto la solidarietà sono stati i protagonisti del Trofeo di Calcio a 5 “I Love Manuel”, organizzato dall’Associazione Stampa Rossoblu che si è svolto nel pomeriggio di sabato 8 giugno al palazzetto dello sport di Monteprandone e finalizzato a vivere una giornata di sport raccogliendo fondi per il piccolo Manuel affetto dalla patologia rara SMA1 che li utilizzerà in collaborazione con l’Associazione ‘Smaisoli’ per dare un contributo concreto a chi vive la malattia come loro.

Hanno partecipato l’ASD Montegranarese C5, l’USA Torrese, il Porto San Giorgio C5, la Tecno Riviera delle Palme C5 ed una rappresentativa della Sambenedettese calcio che ha annoverato calciatori del passato ma anche del presente. Il Trofeo è stato vinto dal Porto San Giorgio che milita in Serie B di calcio a 5 e che nella sfida contro i rossoblu è riuscito a vincere con il punteggio di 4-3.

Ha partecipato all’evento anche la Ginnastica Mamoti che ha allietato con le sue esibizioni gli intervalli tra una gara e l’altra. Padrone di casa è stato l’assessore allo sport del Comune di Monteprandone Sergio Loggi che ha espresso la sua soddisfazione per la scelta proprio di Monteprandone per questa manifestazione.

Soddisfazione con un pizzico di commozione anche per Mirko, papà di Manuel, che ha potuto ringraziare a nome della sua famiglia, ma anche di tutte le famiglie dei bambini che si trovano nella stessa situazione di Manuel, tutti i presenti che hanno contribuito a dare vita alla manifestazione in campo e dagli spalti.

Un ringraziamento agli sponsor che hanno sposato questa iniziativa: Terzo Tempo, Calzaturificio Elisabet di Monte Urano, Faip Group di Grottazzolina, Le Gall di Porto San Giorgio ed il presidente della Tecno Riviera delle Palme, Arcangelo Grossi, per la fornitura delle targhe ricordo e per aver favorito il contatto con l’Amministrazione comunale del Comune di Monteprandone. Un grazie anche alla Croce Verde per il servizio svolto.

Presentato il trofeo "I Love Manuel"

E-mail Stampa PDF


Sabato 1°giugno si è svolta, presso la sala stampa dello Stadio Riviera delle Palme, la conferenza di presentazione del trofeo di calcio a 5 “I Love Manuel”, organizzato dall’Associazione Stampa Rossoblù per raccogliere fondi a favore del piccolo Manuel affetto da SMA1 ma anche dell’Associazione Smaisoli che si occupa di bambini che si trovano nella stessa situazione. Il torneo si svolgerà sabato 8 giugno, a partire dalle ore 14.30, presso il palazzetto dello sport del comune di Monteprandone e parteciperanno F.C. Porto San Giorgio di Serie B, l’ASD Montegranarese C5, U.S.A. Torrese e l’A.S. Riviera delle Palme C5, tutte di Serie C1. La vincente del torneo giocherà contro una rappresentativa della Sambenedettese capitanata da Gabriele Consorti, allenatore della juniores rossoblù. L’intervallo tra una gara e l’altra sarà allietato dalle esibizioni della ASD Ginnastica Mamoti. Presenti alla conferenza stampa tutti i rappresentanti delle squadre partecipanti, quelli della Mamoti, il papà di Manuel, Mirko, nonché l’AIA sezione di San Benedetto che non ha esitato neanche un attimo ad aderire a questa manifestazione.

Francesco Libbi (vice presidente Associazione Stampa Rossoblù): “Ringrazio tutti e vi confesso che tutto era iniziato come una sorta di missione, ossia quello di legare lo sport alla beneficienza. Ringrazio tutte le società che parteciperanno al torneo perché in pochissimo tempo hanno detto sì a questa iniziativa. Il torneo è nato per cercare di dare una mano ad una situazione sociale ma anche per passare un pomeriggio e stare insieme e divertirci. Ringrazio anche l’amministrazione comunale di Monteprandone per averci messo a disposizione il palazzetto dello sport”.

Mirko Dessì (papà di Manuel): “Ringrazio l’Associazione Stampa Rossoblù che ha sposato la nostra causa. Mio figlio ha una malattia rara che ad oggi è mortale. Molti genitori scelgono l’accompagnamento alla morte mentre noi abbiamo deciso di ventilare il bimbo per dargli una opportunità in più. Successivamente siamo venuti a conoscenza della cura a base di cellule staminali. Manuel rappresenta un po’ il bimbo di tutti e anche per questo ho deciso insieme all’Asr di organizzare questo torneo per pagare le spese legali ma aiutare anche la Smaisoli che è una associazione che si occupa proprio di altri casi. Il nostro obiettivo è dare informazione e voce alla malattia”.


Gabriele Consorti (all. Juniores Sambenedettese): “Io penso che al di là dell’evento sportivo in sé è importante dare voce a queste persone che soffrono. Cercherò di coinvolgere nella rappresentativa anche qualche personaggio conosciuto a livello nazionale”.

Tiberio Marizzini (Pres. Torrese): “Siamo felici di partecipare a questa manifestazione perché siamo vicini a queste realtà”.


Mirko Giacobbi (Pres. Montegranarese): “ Vi ringrazio perché con questo invito il regalo lo avete fatto voi a noi. Il ringraziamento più grande va alla famiglia del piccolo Manuel perché ha il coraggio di vivere in maniera libera la malattia. Io sono molto onorato di partecipare a questa manifestazione”.

Fabio Fortuna (Dir. Porto San Giorgio): “Quando ci sono queste manifestazioni le categorie sportive vanno messe un po’ da parte perché siamo qui per Manuel. Purtroppo ci sono queste malattie e quando si viene colpiti è giusto dare delle opportunità di guarigione. Noi cercheremo di dare il nostro piccolo contributo”.


Francesco Ciarrocchi (rappresentante arbitri): “Per noi è un piacere essere presenti perché la finalità è per un qualcosa di importante”.

Arcangelo Grossi (Pres. Riviera delle Palme C5): “Insieme a Francesco Libbi siamo stati i primi a portare avanti questo torneo in favore di Manuel. Voglio ringraziare il papà del piccolo perché sta aprendo la strada magari per altre persone che si potrebbero trovare nella stessa situazione. Abbiamo intenzione di fare altre manifestazioni  anche in futuro di questo tenore”.


I giocatori della Samb per Manuel

E-mail Stampa PDF
Nella mattina dell'11 maggio, al termine dell'allenamento di rifinitura in vista della gara interna contro il Tuttocuoio San Miniato, i calciatori della Samb hanno autografato tutti i fascicoli del concorso "Giovani sotto i riflettori" svoltosi lo scorso 4 maggio e che racchiudono gli elaborati degli alunni della Scuola Media Allegretti di Monteprandone. Il concorso è stato promosso dall'Associazione Stampa Rossoblù che ha deciso di coinvolgere anche i giocatori della Sambenedettese che hanno deciso di aiutare il piccolo Manuel. I fascicoli, infatti, verranno distribuiti nell'occasione della gara con il Tuttocuoio ed il ricavato delle offerte verrà devoluto alla famiglia del bambino affetto da atrofia muscolare spinale (SMA) di tipo 1. 

Giovani sotto i riflettori: tutti i vincitori

E-mail Stampa PDF

Si è svolta, nella mattinata di sabato 4 maggio, presso la Sala Convegni di Centobuchi, la premiazione della seconda edizione del concorso “Giovani sotto i riflettori” che ha coinvolto i ragazzi della scuola media “Carlo Allegretti” di Monteprandone ai quali era stato chiesto di realizzare un fumetto con il tema “La città che vorrei…”.

All’evento, promosso dall’Associazione Stampa Rossoblù, sono intervenuti, oltre al dirigente scolastico Francesca Fraticelli, il sindaco di Monteprandone Stefano Stracci, il vice sindaco Romano Speca, il fumettista Rossano Piccioni, il papà del piccolo Manuel, affetto da atrofia spinale di tipo 1 (SMA), Mirko e il vincitore della medaglia d’argento nel tiro a volo, specialità trap, alle recenti olimpiadi di Londra Massimo Fabbrizi.

Sono stati premiati come vincitori: 
GAIA VIVIANI per la prima classe, 
ALESSIA MAMBELLA per la seconda classe
ALESSIO CATALINI per la terza classe. 

Citazioni di merito anche per ELIA PIGNOTTI e VALENTINA NARCISI per la prima classe, FABIO PIUNTI e PARIMALA DRAGO per la seconda classe, DAVIDE LA ROSA e GIORDANO CAPRIOTTI per la terza classe. Tutti questi ragazzi hanno vinto un corso gratuito di fumetto presso la scuola “Adriatica” mentre i primi tre anche dei buoni acquisto.

Romano Speca: "Non ripetete gli stessi errori che abbiamo fatto noi, noi facciamo molto affidamento su di voi, voi sarete quelli che dovranno gestire la cittá, cercate davvero questa purezza di ideali che avete espresso nei disegni, cercate di mantenerla, cercate di non guastarvi, di essere corretti e rispettosi gli uni verso gli altri, se vi rispettate e vi aiutate l’ uno con l’ altro sicuramente la città sará migliore."

Francesca Fraticelli: "Mi ha colpito la riflessione del vice sindaco sull’ importanza delle regole perchè questo è il compito che la scuola ha, quello di istruire ed educare. Sono entusiasta di questa iniziativa perchè la scuola non è solo all’interno delle aule, ma deve avere contatti con l’esterno, deve aiutare durante la crescita dei bambini a costruire il proprio saper essere. Dobbiamo fornire gli insegnamenti, ma il nostro intento è quello di far uscire dalla scuola dei ragazzi che abbiano i presupposti , attraverso quello che hanno acquisito, per andare avanti nel proprio percorso con costanza impegno e giusto comportamento. Buono l’ intento e la finalitá nobile di questo progetto, siamo riusciti a stare vicino a questa famiglia grazie a questa giornata."

Rossano Piccioni: "Il fumetto è una forma di comunicazione che ogni volta mi emoziona, anche perchè oggi i ragazzi hanno pochi mezzi per comunicare."

Mirko Dessì: "Vorrei una città solidale. La malattia ti chiude in te stesso. Non girate la faccia quando trovate un amico in difficoltà, cercate di apprezzare la vita per quello che è veramente. Spesso si ha paura e vergogna di chiedere aiuto e di mostrarci fragili, ma il nostro intento non è quello di fare una guerra strappalacrime, ma di riuscire a comunicare e aiutare le persone che sono in difficoltà.

Maurizio Tancredi: "Siamo in pieni crisi politica /economica, l'attività di questa associazione che concilia un momento sereno come questo concorso e dall'altro lato sposa questa causa è per me motivo di grande orgoglio"

Massimo Fabbrizi: “Io non ho bisogno di pillole di felicità, sono felice e dovremmo esserlo tutti se pensiamo che ci sono persone meno fortunate di noi. A 35 anni comprendo che l'istruzione è importante nella vita.

Stefano Stracci :"Non c'è democrazia se non c'è libertà di informazione. Ho frequentato la scuola Allegretti in classe con Mirko e ti dico che ti siamo vicini perchè questa è una battaglia giusta e che questo evento sia da apriporta per questo percorso. Questo paese si potrà salvare se mettiamo al centro dell'attenzione il nostro talento, e non le raccomandazioni e i favoritismi.

La premiazione di "Giovani Sotto i Riflettori"

E-mail Stampa PDF

Giovani sotto i riflettori
Ci siamo, il giorno della premiazione del secondo concorso “Giovani sotto i riflettori", organizzato dall'Associazione Stampa Rossoblù in collaborazione con il Comune di Monteprandone è arrivato. Sabato 4 maggio, infatti, a partire dalle ore 10,00, presso la Sala Convegni di Centobuchi, andrà in scena la giornata finale. Tema di questa edizione è stato “La città che vorrei...” e ha coinvolto i ragazzi della scuola media “Allegretti” di Monteprandone ai quali è stato chiesto di realizzare un fumetto.

Nel corso dell'evento verranno premiati i vincitori di ogni classe con un buono acquisto e un corso presso la scuola di fumetto “Adriatica” diretta da Rossano Piccioni. Interverranno il vincitore della medaglia d'argento tiro a volo, specialità trap, alle recenti olimpiadi di Londra Massimo Fabbrizi e Mirko Dessì, papà di Manuel, il bambino residente a Porto D'Ascoli e affetto da atrofia spinale di tipo 1 (SMA).

Tutti gli elaborati prodotti dai ragazzi partecipanti al concorso sono stati raccolti in un fascicolo che verrà offerto gratuitamente allo scopo di raccogliere un'offerta da devolvere alla famiglia del piccolo Manuel che si trova ad dover combattere contro una malattia rara.

La fotogallery della visita al piccolo Manuel

E-mail Stampa PDF







L'Associazione Stampa Rossoblu e la Samb dal piccolo Manuel

E-mail Stampa PDF


Due occhi grandi come il mare, pieni di speranze che si chiamano staminali. E finalmente la speranza lunedì 22 aprile diventerà realtà. Manuel Dessì, il bambino di San Benedetto del Tronto affetto da SMA1, andrà a Brescia e, grazie al Prof. Vannoni e al Dott. Andolina, riceverà la prima infusione di cellule staminali mesenchimali con il metodo Stamina.

Tutto questo è stato possibile grazie a Bruno Talamonti, che ha messo in contatto la famiglia Dessì con il professor Davide Vannoni e il dottor Marino Andolina e anche con l’Associazione Culturale Stampa Rossoblù, che sta facendo il possibile per il piccolo Manuel.

Questa settimana uno dei membri dell’Associazione, il Direttore Generale della Sambenedettese Giulio Spadoni, ha chiesto a due dei giocatori più rappresentativi rossoblù di recarsi a casa Dessì per conoscere il piccolo Manuel e infondere coraggio e forza alla sua famiglia, due qualità che di certo non mancano a Mirko e Tiziana, i genitori, e da grandi tifosi rossoblù sono stati più che entusiasti di questa visita.

Il vice capitano rivierasco Alex Marini non ha esitato nemmeno un attimo davanti alla richiesta di Spadoni, e insieme all’attaccante Mattia Santoni si è fatto accompagnare dal Presidente dell’Associazione Stampa Rossoblù, Maurizio Tancredi, nell’appartamento che ospita la famiglia Dessì.

«Siamo stati contattati dalla società e ci hanno chiesto di presentarci dal piccolo Manuel – spiega Marini -. Sapevamo di questo problema del bimbo e siamo venuti a trovare lui e la sua famiglia. Siamo vicini a loro, non potevamo che venire qui a dare il nostro piccolo contributo, è poca cosa, ma purtroppo non potevamo fare altro e lo abbiamo fatto volentieri».

«Mi fa solo piacere stare un po’ con la famiglia del piccolo Manuel – gli fa eco Santoni -, che ci ha raccontato la sua storia. Come diceva Alex il minimo che possiamo fare è stare qui con loro e parlare del piccolo Manuel».

Il presidente dell’Associazione Stampa Rossoblù è molto soddisfatto di aver regalato alla famiglia un momento di serenità: «La nostra Associazione è molto vicina alla famiglia Dessì e al piccolo Manuel – spiega Tancredi -. Ringrazio il DG della Samb Giulio Spadoni che ha consentito la presenza di due calciatori come il vice capitano Alex Marini e l’attaccante Mattia Santoni. Il 4 maggio in occasione del concorso ‘Giovani sotto i riflettori’ che si svolgerà a Monteprandone, verrà messa in vendita una rivista il cui ricavato andrà devoluto alla famiglia di Manuel, e inoltre organizzeremo una partita di calcio a 5 con la stessa finalità».

Tiziana, la mamma del piccolo Manuel non era presente durante la visita, ma ci tiene a ringraziare pubblicamente l’Associazione e la Sambenedettese: «Grazie per il bel regalo fatto a Manuel, ma soprattutto grazie di essere presenti e appoggiarci in questo percorso difficile, ma pieno di soddisfazioni! Forza Manuel e Forza Samb!»

L’Associazione Stampa Rossoblù ha regalato al piccolo Manuel la maglia numero 9 della Sambenedettese con il suo nome impresso sopra e un cappellino della squadra. Con la speranza che presto Manuel, grazie all’infusione delle cellule staminali, possa sfoggiarla.

Pagina 1 di 3

  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »